CONTRIBUTI DELLA CCIAA TERAMO PER INVESTIMENTI IN INNOVAZIONE ED INTERNAZIONALIZZAZIONE

SOGGETTI DESTINATARI:
Piccole e medie imprese attive, con sede legale e/o operativa nella provincia di Teramo, in regola con il pagamento del diritto annuale camerale e con gli obblighi contributivi ed assicurativi dei dipendenti
INTERVENTI FINANZIABILI:
Per accedere agli incentivi, l’impresa, con il supporto di un partner tecnico-scientifico, dovrà presentare un progetto dell’idea innovativa che dovrà ricadere in uno o più dei seguenti ambiti:
 TECNOLOGICO:
 Innovazione di prodotto: interventi finalizzati alla realizzazione di un prodotto nuovo o
significativamente migliorato
 Innovazione di processo: applicazione di un metodo di produzione o di distribuzione nuovo o
sensibilmente migliorato rispetto a quello in uso (inclusi cambiamenti significativi nelle tecniche, nelle attrezzature e/o nel software) che comporti l’introduzione di nuove tecnologie e/o attrezzature rispetto a quelle esistenti.
 COMMERCIALE: individuazione e introduzione di nuove metodologie e/o strategie di marketing che comportino significativi cambiamenti nella promozione e valorizzazione economica e commerciale di una nuova tecnologia produttiva, di prodotti, di politiche di prezzo e di proprietà intellettuale; la realizzazione di interventi finalizzati all’apertura di nuovi canali commerciali, ecc..
INTENSITA’ RIMBORSO:
Contributo a fondo perduto nella misura del 50% delle spese sostenute (iva esclusa) per un massimo di € 5.000,00. Potranno usufruire del contributo i programmi di investimento il cui costo minimo sia pari o superiore ad € 4.000,00
SPESE AMMISSIBILI (elenco non esaustivo):
o assistenza specialistica per ricerche, studi e analisi finalizzate all’implementazione ed eventuale
successivo sviluppo di un’innovazione tecnologica, ossia spese per:
 formulazione di studi di fattibilità e di ricerca tecnico-scientifica (es. ricerche per
l’applicazione di nuovi materiali);
 realizzazione di check up tecnologici e/o studi di fattibilità (es. analisi, prove e test;
prototipazione e sperimentazione);
 analisi e valutazione di interventi finalizzati ad aumentare l’efficienza e la produttività della
capacità produttiva (innovazione di processo);
 valutazione di interventi rivolti all’implementazione e/o al miglioramento dell’efficienza
ambientale ed energetica del sito produttivo e /o dei processi produttivi;
 studio e progettazione di un nuovo design di prodotto;
o assistenza specialistica per ricerche, studi e analisi finalizzate all’implementazione ed eventuale successivo sviluppo di un’innovazione commerciale (o marketing), ossia spese per:
 ricerca e analisi dei mercati di maggiore interesse, analisi competitiva e commerciale, posizionamento del prodotto su nuovi mercati anche esteri, formulazione di piani di marketing e piani commerciali;

valutazione all’utilizzo di nuovi canali commerciali (anche per via telematica ad es. piattaforme di e-commerce) e allo sviluppo di nuove reti distributive specializzate;
miglioramento delle modalità relazionali con clienti e/o fornitori (interventi di fidelizzazione e comunicazione integrata);
 studio finalizzato all’introduzione e allo sfruttamento di nuove e avanzate tecnologie di comunicazione (wireless, banda larga , ecc);
 sviluppo grafico di un nuovo marchio o di restyling di quello/quelli attualmente in uso;
 ricerca, acquisizione, protezione e commercializzazione dei diritti di proprietà intellettuale
e di accordi di licenza su marchi e brevetti;
analisi del valore economico e delle possibili soluzioni di sviluppo/sfruttamento
commerciale del brevetto e/o del marchio.
PARTNER TECNICO-SCIENTIFICO:
La consulenza e i servizi specialistici dovranno essere forniti in base ad appositi contratti stipulati dall’impresa con:
 enti pubblici e privati aventi personalità giuridica, Università, Centri di Ricerca, imprese e società, iscritte alla CCIAA, che abbiano come attività prevalente l’ erogazione di servizi alle imprese;
 professionisti iscritti ad un albo professionale legalmente riconosciuto, se previsto.
N.B.: Il soggetto beneficiario, il partner tecnico scientifico e i fornitori di servizi, non devono avere alcun
tipo di partecipazione reciproca a livello societario.
I soggetti individuati dall’impresa come partner tecnico scientifico non potranno contestualmente concorrere alla concessione degli stessi contributi.
La consulenza specialistica rilasciata da amministratori, soci, dipendenti del soggetto beneficiario non è rimborsabile.
L’impresa ammessa a contributo avrà a disposizione 4 mesi dalla data di notifica di concessione, per la realizzazione delle attività indicate nel progetto presentato
PRESENTAZIONE DOMANDA – TERMINE:
Le domande di contributo dovranno essere trasmesse tramite Pec a partire dalle ore 8.00 del 20 giugno fino al 22 luglio 2016.
Le domande pervenute saranno esaminate e finanziate in ordine cronologico sulla base della data e dell’ora di spedizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *